PENSIERI TRA I SENTIERI

Outdoor Training


Di cosa si tratta


Learning by doing, è questo il principio che sta alla base dell’outdoor training. Le persone sono chiamate a mettersi in gioco, ad uscire dalla loro comfort zone e dagli schemi consueti in cui si trovano ad agire, attraverso esercitazioni pratiche da svolgere in spazi aperti, a contatto con l’ambiente e la natura.

Il ciclo dell’apprendimento esperienziale, esperienza-riflessione e concettualizzazione-trasferimento, permette di migliorare i comportamenti e di superare le nostre abitudini.

La formazione outdoor permette di agire, attraverso attività pratiche e fisiche, su più livelli della sfera umana, spingendo contemporaneamente la componente cognitiva, emotiva e fisica, velocizzando il processo di apprendimento. Riesce a fissare l’apprendimento ancorandolo a esperienze “evocative”, il cui ricordo perdura nel tempo, attraverso l’effettiva sperimentazione dell'efficacia o non efficacia di alcuni comportamenti individuali e collettivi in situazioni reali.

L’efficacia del metodo si fonda sul fatto che l’esperienza non è mai generica, ma specifica, calata sulle reali esigenze della persona o del gruppo e coerente con gli scopi individuati. Non può e non deve mai essere “uguale per tutti”, ma viene sviluppata e creata a seconda degli obiettivi che si vogliono raggiungere.

L’outdoor training viene generalmente considerato come modalità rivolta a gruppi aziendali, ciò è vero, ma l’attività che propongo è perfetta anche per favorire un cambiamento nelle relazioni familiari o di coppia. Il conoscersi in situazioni in cui si viene messi alla prova consente di “vedere” le persone che ci stanno vicino sotto una nuova luce, da un altro punto di vista, consente di cogliere le emozioni vissute nel momento stesso in cui ci attraversano, favorendo in tal modo la comprensione reciproca.

Alcune delle attività sono perfette per stimolare il lavoro di squadra, il problem solving e il team building (es. orienteering, rafting, trekking di più giorni), sono pertanto rivolte per lo più all’Outdoor Training Aziendale.

Attività come l’arrampicata sportiva o il superamento di un ponte tibetano possono essere utilizzate anche per lavorare sulla gestione delle emozioni e dei conflitti, per migliorare la comunicazione e stimolare la fiducia (in se stessi e nell’altro), per prendere consapevolezza dei propri e altrui limiti, sono dunque attività che propongo a singoli, coppie e famiglie.

Per la realizzazione di queste attività mi avvalgo della collaborazione di professionisti del settore, la maggior parte delle attività viene svolta con le Guide Alpine InMont, il mio ruolo consiste nell’affiancare i partecipanti e nel far emergere e tradurre in parole condivisibili le emozioni e le modalità relazionali e operative di ciascuno, per dare loro un significato su cui sia possibile lavorare in ottica di crescita personale e relazionale.

Guide Alpine In Mont

in mont

Come affermano nel loro sito “con InMont ogni attività alpinistica è certamente un’esperienza positiva” e io non posso certo dargli torto! L’esperienza e la professionalità di Massimo, Guido, Gianni e Andrea fanno sì che le attività intraprese consentano ai partecipanti di essere sempre affiancati e supportati nelle eventuali difficoltà incontrate. E’ proprio per questo che propongo l’outdoor training, per affrontare le proprie paure e superare gli ostacoli personali, e farlo con le Guide InMont al proprio fianco non può che essere un’esperienza positiva!

Gli altri servizi


Su questo argomento...


L’alpinismo e la Piramide dei Bisogni di Maslow

“Le montagne erano come briciole sopra una tovaglia increspata. Tutte le civiltà le hanno ignorate. Gli scalatori le hanno rese gigantesche. Le montagne sono opera loro”. Erri De Luca Da sempre l’uomo sale i monti non solo per curiosità e senso della scoperta, ma soprattutto oggi, per dimostrare qualcosa a se stesso, per sentirsi “vivo”. […]

Selvaggio Blu – Anche la psicologa si mette alla prova

Ebbene si, anche io ogni tanto ho bisogno di testare i miei limiti e di “mettermi alla prova” nel mondo outdoor. Questa volta ho deciso di farlo affrontando il trekking “Selvaggio Blu” nella versione “vista mare”, da alcuni definito il trekking più duro d’Italia. In effetti non si tratta solo di trekking ma anche di […]

Vuoi maggiori informazioni?

Il mio studio si trova in Piazzetta San Biagio, 5 a Cividale del Friuli (UD).

Ricevo previo appuntamento su una disponibilità che va dal lunedì al sabato, dalle ore 9:00 alle ore 19:00.

Nome
Cognome
Email
Telefono
Messaggio
Ho letto e accetto Termini e condizioni


Pensieri tra i sentieri