PENSIERI TRA I SENTIERI

FAQ


Il primo colloquio, come funziona?

Il primo colloquio è un momento molto importante, carico di emozioni, aspettative e timori. Di solito arriva dopo lunghe riflessioni, tentennamenti e ambivalenze, e segnala il passaggio dal pensiero all’azione: rompe gli indugi e testimonia concretamente un desiderio di cambiamento.

Per questo, lo considero un momento fondamentale, che nei contenuti rivela spesso in maniera embrionale molte delle questioni che verranno successivamente affrontate nel percorso.

Lo scopo del primo incontro è di comprendere la richiesta di aiuto, chiarire il problema  e ipotizzare il percorso che può essere più adeguato rispetto a ciò che la persona desidera ottenere.

Il primo colloquio ha anche l’obiettivo di illustrare il mio modo di lavorare e di esplicitare in maniera chiara e dettagliata le condizioni, le possibilità e i limiti che regolano il percorso  che la persona deciderà di intraprendere.

Il primo colloquio ha una durata di 60 minuti ed ha un costo di Euro 50,00. Il costo degli incontri successivi dipende dal tipo di percorso che verrà avviato ti verrà definito con precisione nel corso del primo colloquio.

Quanto costa?

Il prezzo di ciascun incontro in studio varia da un minimo di 40,00€, per le sedute di rilassamento, ad un massimo di 110,00€ per i colloqui di coppia. Gli incontri di sostegno psicologico hanno una durata di 60 minuti e possono avere un costo di 50,00€ o 60,00€ a seconda della tipologia di prestazione.

I costi degli incontri “pensieri tra i sentieri” sono generalmente definiti in base al luogo in cui vengono svolti e alla tipologia. Gli interventi standard di walk and talk session e camminata silenziosa hanno durata di un’ora e mezza e un costo pari a 90,00€. Le escursioni di gruppo a tema benessere, hanno una durata di 2 ore, vengono attivate al raggiungimento di un numero minimo di 5 partecipanti, al costo di 20,00€/partecipante/uscita, che si impegna a partecipare ad almeno 3 uscite sullo stesso tema.

Il costo dei colloqui o degli incontri può subire delle variazioni in base alla situazione lavorativa e alle possibilità economiche della persona. Il Tariffario Ufficiale degli Psicologi ha un valore indicativo e non di legge, pertanto le mie tariffe sono flessibili e possono essere ridotte in casi specifici (studenti o persone senza reddito), in quanto sono convinta che il sostegno psicologico non debba essere un lusso per pochi, ma che possa essere accessibile anche, e soprattutto, a chi si trova in difficoltà economica.

I costi sostenuti sono esenti IVA e detraibili come spesa sanitaria. Il pagamento di ogni incontro potrà essere effettuato con bancomat e carta di credito, con il sistema G Pay, via PayPal e Satispay o tramite bonifico istantaneo.

Quanto dura?

È difficile definire a priori la durata di un percorso psicologico in quanto essa dipende da molteplici fattori: la tipologia di problema, gli obiettivi, la motivazione al cambiamento, la disponibilità di tempo, l’esistenza o meno di risorse ambientali (relazioni, lavoro, gruppi d’appartenenza ecc.), l’età, mutamenti o fatti significativi che intervengono nella vita quotidiana ecc. Inoltre le caratteristiche uniche e peculiari di ciascuna persona portano a risultati differenti in tempi differenti.

Quando andare da uno psicologo?

Non occorre essere "matti" o "malati" per rivolgersi ad uno psicologo. 
Quando stiamo affrontando alcuni momenti critici della vita che mettono a repentaglio la nostra serenità o il nostro benessere.
Quando l'aiuto delle persone a noi vicine (amici, parenti) non è sufficiente per superare la confusione, il disagio o la sofferenza.
Quando ci si sente soli, impotenti, abbandonati e senza una via d'uscita.
Quando il malessere che sentiamo dentro si è radicato al punto da diventare una parte di noi, e rischiamo di rassegnarci ad esso. 
Quando cambiamenti e tappe importanti della vita (come la fine di una relazione sentimentale, sposarsi e avere dei figli, cambiare lavoro o città, affrontare una malattia o un lutto, e così via) vengono vissuti con malessere, disagio, sentimenti negativi quali tristezza, rabbia, sensi di colpa e vergogna oppure con eccessiva stanchezza e sintomi fisici per noi inusuali.
Quando manifestiamo una sintomatologia (ansia, depressione, disturbi alimentari, disturbi psicosomatici) che interferisce con la nostra vita e ci fa star male, impedendoci di vivere una vita piena e soddisfacente. 
Quando qualcosa dentro di noi non va, quando sentiamo che vorremmo fare qualcosa di diverso o essere diversi ma non riusciamo, allora rivolgersi a uno psicologo può risultare molto utile per riappropriarsi della propria vita.

Pensieri tra i sentieri